• (+39) 06 36 002 776
  • (+39) 06 36 001 896
  • Contatti

Fondazione ADC Scuola

La “Fondazione” non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di natura culturali.

Essa ha per scopo la valorizzazione e la tutela della figura di Dottore Commercialista e dell’Esperto Contabile, il suo costante aggiornamento tecnico-scientifico e culturale, la promozione e l’attuazione di ogni iniziativa diretta dalla formazione professionale degli aspiranti Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili.
Al fine di conseguire lo scopo sociale, l’Associazione, nel quadro della legislazione e dei programmi della CEE, dello Stato, della Regione e degli Enti Locali, promuove, organizza e gestisce:

a) corsi di prima formazione, rivolti ai giovani che abbiano assolto all’obbligo scolastico o, in difetto, che abbiano compiuto il quindicesimo anno di età, volti ad assicurare una cultura di base polivalente e l’apprendimento di condizioni tecniche generali, la formazione civica sociale degli allievi;
b) corsi di orientamento e di formazione di base riservati ai giovani i quali frequentino, contemporaneamente presso istituzioni scolastiche pubbliche, corsi sperimentali di scuola media per lavoratori finalizzati al conseguimento del titolo di studio nella scuola dell’obbligo;
c) corsi di formazione di secondo livello rivolti al miglioramento delle capacità professionali dei giovani per l’inserimento nel mondo del lavoro, in possesso del diploma di scuola media superiore o di diploma di laurea o che, pur non in possesso dei predetti titoli di studio, possono vantare una specificativa esperienza di lavoro;
d) corsi di formazione rivolti al conseguimento di qualificazioni o specializzazioni in settori , e per profili professionali, aveni specifica rilevanza ai fini dell’inserimento nel mondo del lavoro, sia nel comparto pubblico che in quello privato, con particolare riferimento ai settori dell’informatica e della telematica, dell’agricoltura sperimentale, dei servizi sociali, dell’animazione socio-culturale, della tutela ambientale, del turismo, dei beni culturali, dell’innovazione tecnologica;
e) corsi di formazione professionale destinati all’acquisizione di specifiche professionalità occorrenti per la gesione e la manutenzione di opere ed impianti di rilevante utilità sociale, con particolare riferimento ai sistemi idrici ed acquedottistici, ai dissalatori, ai depuratori, alle discariche controllate ed all’impiantistica sportiva;
f) corsi di formazione professionale per disoccupati di lunga durata che hanno già avuto esperienze lavorative ovvero devono accedere al mondo del lavoro, nonché per donne che intendono giungere all’occipazione;
g) corsi di qualificazione e riqualificazione rivolti al conferimento di compiute capacità tecniche e culturali in vista dell’acquisizione di una qualifica professionale, riservati a:lavoratori occupati che intendono migliorare la propria preparazione;
lavoratori disoccupati che abbiano bisogno di conseguire una nuova qualifica per un più facile, reinserimento nell’attività lavorativa;
lavoratori minacciati alla disoccupazione in seguito a processi di ristrutturazione e di considerevoli modifiche del sistema produttivo o di gestione da parte dell’azienda presso la quale prestano servizio;
lavoratori autonomi che abbiano bisogno di un aggiornamento tecnologico per una condizione più moderna dell’impresa individuale;
h) corsi di formazione ad altissimo livello contenutistico, compresi quelli miranti alla formazione a professioni polivalenti;
i) corsi di aggiornamento e perfezionamento diretti ad assicurare un sistema di formazione permanente anche come continuazione e sviluppo di altri corsi;
j) corsi di recupero sociale per portatori di handicap, disadattati,immigrati ed emigrati rientranti, emarginati e svantaggiati a vario titolo;
k) corsi di insegnamento complementare per apprendisti;
l) corsi per la formazione e l’aggiornamento del personale preposto all’attività di formazione professionale;
m) corsi liberi e comunque destinati a soddisfare esigenze formative di qualsivoglia natura;
n) convegni di studio, attività di sperimentazione e ricerca sui problemi tecno-didattici e metodologici della formazione professionale.

La Fondazione cura, altresì, la gestione di corsi, attività ed iniziative di formazione nel campo socio-sanitario, del volontariato, della protezione civile, del turismo, dello sport, della cultura e del tempo libero, nell’ottica dell’educazione permanente, della prevenzione del disagio sociale e delle tossicodipendenze, nonché dello sviluppo dei servizi sul territorio.

L’organizzazione
• Organi della scuola sono: la direzione, il coordinamento generale, il comitato scientifico.
• Direzione: é l’organo che provvede sulla base delle direttive di consiglio a dirigere la scuola
• Coordinatore generale: coordina l’organizzazione dei corsi avvalendosi
eventualmente dell’ausilio di coordinatori dei singoli corsi
• Comitato scientifico: é composto da membri scelti tra soggetti dotati di particolare competenza e di indiscusso prestigio personale professionale ed accademico, definisce annualmente i programmi dei corsi e propone attività scientifiche di ricerca e sviluppo in modo libero sulla base degli indirizzi generali determinati dall’ADC e in armonia con le linee guida della formazione permanente continua
Il Comitato Scientifico viene eletto dal Consiglio direttivo dell’ADC e dura in carica tre anni.

Statuto Fondazione ADC Scuola Formazione

ADC Sindacato Nazionale Unitario